I truffatori non vanno in ferie!

 

La Curia Vescovile di Aosta è stata informata che un tale telefona ai Rev.di Parroci presentandosi per un funzionario di utenza elettrica (solitamente ENEL) e chiede un appuntamento proponendo il diritto ad un rimborso sulla posa del contatore per la Parrocchia; si presenta il giorno successivo (accompagnato da un "collega") mostrando un falso tesserino.

Si tratta di una truffa!

Evitate di fornire telefonicamente dati personali e/o contrattuali; evitate di far entrare in casa persone munite di qualsiasi tesserino in quanto i fornitori di utenze non autorizzano nessuno ad andare nelle case; avvisate immediatamente le Forze dell'Ordine e raccomandate prudenza nelle vostre Comunità in modo particolare agli anziani.

Quanto sopra descritto è un esempio dei plurimi stratagemmi messi in atto da persone senza scrupoli, l'attenzione va rivolta a "360° gradi". Un altro metodo utilizzato è quello di presentarsi in qualità di accertatori che segnalano un errore di attribuzione di contributi pubblici per lavori svolti presso le Parrocchie richiedendo la restituzione della quota non dovuta (generalmente non particolarmente alta); ovviamente l'ente pubblico non agisce in queste forme.