S. Messa in suffragio delle vittime del Coronavirus

 

Martedì 30 marzo 2021, alle ore 11.00, Mons. Vescovo ha presieduto in Cattedrale la Santa Messa in suffraggio delle vittime del Coronavirus in Valle d'Aosta. Alla celebrazione hanno preso parte i Sindaci valdostani in rappresentanza delle comunità locali, i Vicari delle zone pastorali i cappellani dell'Ospedale regionale e il Direttore della Caritas.

Il Presidente del Celva Franco Manes sottolinea: «È trascorso poco più di un anno dallo scoppio dell'emergenza, che ha causato più di 400 morti nella nostra regione. Come amministratori locali vogliamo dare un messaggio di vicinanza alle famiglie e a chi ha subito dei lutti in questo anno drammatico. Soprattutto, vogliamo ringraziare tutti coloro che nell'emergenza, laici e religiosi, si sono presi cura degli altri nelle tante difficoltà incontrate».

«Ho accolto molto volentieri la proposta del Celva - dichiara Mons. Franco Lovignana - perché era nel mio animo da tempo una celebrazione pubblica per tutte le vittime della pandemia e di invocazione a Dio per le loro famiglie e per tutti coloro che hanno lavorato e lavorano in diversi ambiti per curare e accompagnare le persone colpite dalla malattia e dalle sue conseguenze sociali. Durante la chiusura, ogni mercoledì ho celebrato con tali intenzioni la Santa Messa trasmessa dalla Cattedrale. Ora, la celebrazione del 30 marzo, con la presenza dei Sindaci valdostani, assicura una rappresentanza dell'intera popolazione della nostra regione. Mi auguro che la celebrazione sia anche un segno di speranza per tutti».

 

I Sindaci che hanno partecipato alla celebrazione (foto F. Favre - Corriere della Valle)
I Sindaci che hanno partecipato alla celebrazione (foto F. Favre - Corriere della Valle)
Il Presidente del Celva, Franco Manes, saluta e ringrazia Mons. Vescovo alla conclusione della celebrazione (foto F. Favre - Corriere della Valle)
Il Presidente del Celva, Franco Manes, saluta e ringrazia Mons. Vescovo alla conclusione della celebrazione (foto F. Favre - Corriere della Valle)