La Diocesi di Aosta

Fondata nel IV secolo per volontà del Vescovo Eusebio di Vercelli, la Diocesi di Aosta è legata per i primi tre secoli a Milano. Dal IX al XIX secolo è annessa alla provincia ecclesiastica di Tarantasia. Dal 1862 è suffraganea di Torino.
.
È stata pubblicata la consueta Lettera con gli orientamenti per il nuovo anno pastorale. Inserita nel solco avviato lo scorso anno sull'approfondimento dell'iniziazione cristiana, Mons. Vescovo concentra la riflessione sul sacramento della Confermazione proponendo il titolo 'Battezzati e inviati. Il dono dello Spirito spinge alla missione'.
San Grato, dipinto murale, Cappella di Vieyes (Aymavilles)
Sabato 7 settembre alle ore 9.30 si svolgerà la solenne celebrazione in onore di San Grato, patrono della nostra diocesi (trasmessa in diretta su Radio Proposta in Blu). L'evento segna l'inizio del nuovo anno pastorale il cui orientamento è offerto nella Lettera di Mons. Vescovo 'Battezzati e inviati. Il dono dello Spirito spinge alla missione'.
mappa della diocesi di Aosta
Sarà dunque molto utile che tutti teniamo davanti agli occhi l'essenziale, il dono di Dio e la nostra fede in Lui. La fede ha bisogno di nutrirsi con il pane della Parola e dell'Eucaristia e questo, grazie a Dio, ci è dato con grande abbondanza, anche se magari non più sotto casa e negli orari ai quali eravamo abituati.
.
Porta il segno di Felix Mendelssohn-Bartholdy la quarta edizione della rassegna di musica sacra e organistica 'Cathédrale harmonique-Splendeurs de la musique sacrée', organizzata dalla Cappella musicale Sant'Anselmo della Cattedrale di Aosta, costituita 'servire la Divina Liturgia nella Cattedrale, attraverso l'arte del canto e della musica sacra'.
.
Anche nel corso dell'estate 2019 sarà possibile visitare numerosi edifici sacri di grande interesse storico-artistico e religioso della nostra regione grazie al servizio e all'impegno di numerosi volontari.
.
I Parroci ricevono telefonate da un sedicente funzionario di utenza elettrica che chiede un appuntamento presso il domicilio proponendo il diritto ad un rimborso sulla posa del contatore per la Parrocchia. È una truffa: i fornitori di utenze non autorizzano nessuno ad andare nelle case. Gli stratagemmi sono molteplici, vigilate!